Cessione RCS Libri a Mondadori: le condizioni per il “si” dell’Antitrust

Ecco le 10 misure indicate dall'Antitrust a Mondadori per avere il via libera all'operazione con RCS Libri

di Enzo Lecci, pubblicato il

mondadori rcsL’Antitrust ha dato il suo via libera all’acquisizione da parte di Mondadori di RCS Libri. L’ok alla cessione è arrivato solo a seguito della formulazione da parte di Mondadori di precise rassicurazioni in merito alla vendita della casa editrice Bompiani e della partecipazione in Marsilio ad acquirenti che dovranno essere preventivamente approvati dall’Autorità. L’autorità garante per la concorrenza ha deliberato complessive dieci “misure correttive” per autorizzare l’operazione di cessione.

 

Oltre alla vendita di Marsilio e Bompiani, l’Antitrust ha formulato le seguenti misure comportamentali volte a stimolare la concorrenza nell’attività editoriale e nell’attività di distribuzione di libri:

 

  • rinuncia alle clausole di opzione, preferenza e prelazione nei contratti con gli autori, sottoscritte o da sottoscrivere da Mondadori e RCS Libri, relative a opere di narrativa e saggistica sia italiane sia straniere (con l’esclusione di Marsilio, Sonzogno e Bompiani);
  • messa a disposizione del catalogo di e-book alle piattaforme di vendita che ne faranno richiesta;
  • messa a disposizione del catalogo a operatori attivi e potenziali nella distribuzione di libri di “varia” alla grande distribuzione;
  • vincoli volti a garantire presenza e visibilità dei libri di editori terzi nella rete di vendita Mondadori;
  • finanziamento economico di 225.000 euro per l’organizzazione e la gestione della Fiera “Più Libri più Liberi” nelle prossime tre edizioni;
  • non peggioramento delle condizioni contrattuali applicate alle librerie indipendenti e di catena;
  • donazione di libri a istituti scolastici e biblioteche pubbliche, carceri minorili e ospedali; – prosecuzione e sviluppo del progetto “In libreria per la classe” che prevede attività e laboratori nelle librerie “per insegnare il piacere della lettura”;
  • obbligo di informare l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sulle azioni intraprese “per dare efficace e completa attuazione alle misure prescritte”.

 

Mondadori a Piazza Affari sta segnando segnando una progressione del 2,26%.

 

Argomenti: Borsa Milano, Mondadori