Cessione Pioneer: Poste Italiane si prepara a pressare Unicredit

di , pubblicato il
Poste Italiane, in consorzio con Anima e la Cassa Depositi e Prestiti è pronta a presentare la sua offerta per Pioneer

Poste Italiane è pronta a dare battaglia per garantirsi l’acquisizione di Pioneer, la controllata Unicredit che la stessa big del settore bancario ha messo sul mercato per rastrellare risorse utili a contenere l’importo dell’aumento di capitale. In corsa per la cessione di Pioneer ci sarebbero Amundi, Aberdeen e Macquaire, oltre, appunto a Poste Italiane che si presenterebbe in consorzio con la Cassa Depositi e Prestiti e Anima Holding.

Per avere qualche indicazione in più bisognerà attendere il prossimo 3 novembre. E’ infatti fissato per quella data la presentazione da parte di Poste ad Unicredit e all’advisor Citigroup dell’offerta su Pioneer.

Ricordiamo che nei giorni scorsi Poste Italiane si è sganciata dai vincoli su Anima (di cui ha una quota del 10%). La holding del risparmio gestito ha infatti comunicato la sua decisione di sfilarsi dall’intesa con la Banca Popolare di Milano che è proprietaria di un altro 14,6% della stessa Anima (Anima: Poste Italiane non rinnova il patto con Bpm).

In attesa di conoscere i dettagli dell’offerta che Poste Italiane formulerà a Unicredit, il titolo della quotata gialla a Piazza Affari sta segnando una flessione dello 0,25% contro un Ftse Mib che avanza dell’1,45%. Unicredit, invece, forte dei rumors sulla cessione di Bank Pekao, sta mettendo in cassaforte il

Argomenti: , ,