Cessione Pioneer: Ameriprise beffa Poste Italiane? Il 10 novembre scadono termini per offerte

di , pubblicato il
Spunta un nuovo pretendente per l'acquisizione di Pioneer. Secondo il FT, l'americana Ameriprise sarebbe in pole position nell'operazione

Possibile colpo di scena nel dossier relativo alla cessione di Pioneer da parte di Unicredit. Secondo quanto riportato da un articolo del Financial Times, la società americana Ameriprise sarebbe in pole position nell’acquisizione della controllata Unicredit. Ameriprise, infatti, potrebbe aver presentato un’offerta più allettante rispetto a quella quella cordata italiana guidata da Poste Italiane. Sull’ammontare dell’offerta, il Financial Times non si sbilancia limitandosi a ribadire che la valutazione di Pioneer resta collocata in una forchetta compresa tra i 3,2 e i 3,5 miliardi di euro. Ricordiamo che il termine ultimo per la presentazione delle offerte per Pioneer resta fissato al 10 novembre. Entro quella data, quindi, i giochi dovranno essere fatti.

Se le indiscrezioni del FT fossero vere, allora si andrebbe verso una partita a due per l’acquisizione di Pioneer. Ricordiamo che la cessione di Pioneer rientra nel piano di rilancio di Unicredit varato dall’ad Mustier. Il banchiere, infatti, punta alla cessione di una serie di assets pregiati, come appunto Pioneer ma anche FinecoBank, per ridurre l’ammontare dell’aumento di capitale che la big del settore bancario è chiamata a varare.

Le indiscrezioni sull’esistenza di un nuovo pretendente per Pioneer, impediscono intanto a Poste Italiane di spiccare il volo a Piazza Affari. La quotata gialla, infatti, sta segnando una progressione dell’1,4% contro un Ftse Mib in rialzo del 2%.

Argomenti: ,