Caos Catalogna: anche Abertis fa le valige e sposta la sede legale a Madrid

Mentre la consob spagnola autorizza l'Opa di Atlantia su Abertis, quest'ultima sposta la sede legale a Madrid

di , pubblicato il
Mentre la consob spagnola autorizza l'Opa di Atlantia su Abertis, quest'ultima sposta la sede legale a Madrid

Il referendum sull’indipendenza della Catalogna con la conseguente minaccia delle autorità di Barcellona di dichiarare l’indipendenza della regione dall’autorità di Madrid sta avendo, per ora, un solo effetto concreto: la fuga di banche e multinazionali che hanno sede legale nella capitale catalana. Ultima società, in ordine temporale, a fare le valige è stata Abertis. Il nome della quotata spagnola non è affatto nuovo agli investitori italiani. Abertis, infatti, è al centro di un’offerta lanciata dall’italiana Atlantia che proprio ieri ha incassato il via libera della consob spagnola  (OPA Abertis: via libera della consob spagnola ad Atlantia).

Ieri sera Abertis ha reso noto di aver spostato la propria sede legale da Barcellona a Madrid. La decisione, ha spiegato la stessa società,  è stata adottata all’unanimità dal consiglio di amministrazione alla luce della “insicurezza giuridica generata dall’attuale situazione politica in Catalogna”. La mossa, ha precisato ancora Abertis, è stata adottata “per mantenere la normale operatività della compagnia e per proteggere i suoi interessi generali”.

A questo punto si potrebbe pensare che, alla luce del caos che la questione Catalogna sta creando, l’Opa lanciata da Atlantia su Abertis non abbia difficoltà alcuna a concretizzarsi. Le indiscrezioni su una possibile controfferta di da parte di Acs potrebbero quindi restare semplice ipotesi (Opa Abertis: Atlantia deve aver paura? Crescono possibilità controfferta Acs?).

Argomenti: ,