Campari: trimestrale con ricavi e MOL in calo, titolo in rosso

La trimestrale di Campari non convince il mercato e gli investitori reagiscono con le vendite

di Enzo Lecci, pubblicato il
La trimestrale di Campari non convince il mercato e gli investitori reagiscono con le vendite

Non mancano i dati negativi nei conti trimestrali di Campari. La quotata ha mandato in archivio il primo trimestre 2018 con un calo dei ricavi e del margine operativo lordo. Nel dettaglio, i ricavi Campari si sono attestati a quota  336 milioni di euro, in flessione dell’8,2% rispetto ai 366,2 milioni contabilizzati nello stesso periodo del 2017 mentre il Mol Campari è sceso da 78,6 milioni a 74,7 milioni di euro con un ribasso del 5%. I vertici di Campari hanno precisato chela crescita organica delle vendite è stata pari al 2,2%, mentre l’effetto cambi è stato negativo per il 7,5%, in seguito al progressivo rafforzamento dell’euro nei riguardi del dollaro Usa. Campari ha chiuso il primo trimestre del 2018 con un utile ante imposte rettificato di 54,9 milioni di euro, in aumento del dell’1% rispetto ai 54,4 milioni del primo trimestre 2017. L’utile ante imposte è stato pari a 76,5 milioni di euro.

Per quello che riguarda il debito a fine marzo l’indebitamento netto di Campari era sceso a 938,7 milioni di euro, rispetto ai 981,5 milioni di inizio anno, dopo i proventi dalla cessione del business Lemonsoda, al netto dell’acquisizione di Bisquit e dell’acquisto di azioni proprie.

In scia alla presentazione dei conti del primo trimestre, Campari sta segnando in borsa una flessione dello 0,8% contro un Ftse Mib in calo del 2,1%.

Argomenti: Campari, Trimestrali