Brembo: Q1 2019 mostra lieve crescita dei ricavi e calo dell’utile netto a -5,6%

Brembo chiude i primi tre mesi del 2019 con fatturato in aumento dell'1,4% a 667,1 milioni ed utile netto in contrazione del 5,6% a 4,4 milioni.

di , pubblicato il
Brembo chiude i primi tre mesi del 2019 con fatturato in aumento dell'1,4% a 667,1 milioni ed utile netto in contrazione del 5,6% a 4,4 milioni.

Brembo chiude i primi tre mesi del 2019 con fatturato in aumento dell’1,4% a 667,1 milioni (di cui ben l’89% realizzato fuori dall’Italia fa sapere la società), rispetto i 657,9 milioni contabilizzati nel primo trimestre 2018; il consensus attendeva ricavi per 672 milioni. A tassi di cambio costanti il business sarebbe aumentato di solo lo 0,1%.

Il margine operativo lordo risulta in progresso del 6%, aumentando da 126,6 milioni a 134,2 milioni, con un’incidenza sui ricavi passata dal 19,2% al 20,1%; le stime riportavano un valore di 128,5 milioni.

Il trimestre appena chiuso termina con un utile netto in contrazione del 5,5% a 64,4 milioni, rispetto i 68,2 milioni realizzati nel primo trimestre del 2018.

L’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2019 risulta di 389,2 milioni (oltre le attese), in aumento di ben 252,3 milioni rispetto al dato di fine dicembre 2018, principalmente in conseguenza dell’applicazione dei nuovi principi contabili.

“I risultati approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione per la prima parte dell’anno in corso – ha commentato il presidente Alberto Bombassei – dimostrano la capacita’ dell’azienda di gestire le incertezze che pesano sul mercato globale dell’auto, principalmente grazie ad una distribuzione strategica del footprint industriale del gruppo e ad un portafoglio prodotti sempre piu’ articolato e innovativo. In un periodo di cambiamento epocale per il settore automotive, Brembo mantiene fermo il proprio impegno per la costante innovazione dei processi produttivi, delle tecnologie e dell’organizzazione aziendale”.

 

 

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.