BPM in luce: Bonomi non desiste sulla governance

Il manager accantona l'idea della spa ibrida ma insiste sulla revisione della struttura di governance. Titolo positivo a Milano

di Carlo Robino, pubblicato il

Banca Popolare di Milano (BPM) in evidenza a Piazza Affari sulla scia della buona performance dei titoli bancari. La banca lombarda in più sfrutta l’accoglimento favorevole della dichiarazioni rilasciate a Il Sole 24 Ore dal presidente  del consiglio di sorveglianza Andrea Bonomi. Il manager ha spiegato di avere in mente un progetto di miglioramento della governance da proporre prima dell’aumento di capitale da 500 milioni di euro, previsto per la fine di settembre. “Il tentativo di trasformazione in Spa ibrida forse è stato un salto in avanti troppo lungo“, ha ammesso Bonomi, ribadendo però la necessità della revisione della struttura di governo. “L’idea della Spa ibrida – ha spiegato – faceva parte di un progetto molto chiaro, mantenere lo spirito mutualistico ma dotandoci di una governance moderna, in grado di attrarre nuovi investitori e capitali per lo sviluppo“. Nel finale la dichiarazione di intenti di Bonomi: “procederemo con gradualità. Lavoreremo a una proposta di riforma della governance che manterrà l’assetto della popolare moderna“. Su questo quadro BPM registra un rialzo dello 0,92% a 0,4485 euro per azione.

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano