BPM: il secondo azionista riduce la partecipazione

Raffaele Mincione passa dall'8,267% al 6,999% del gruppo bancario in predicato di trasfomarsi in una spa ibrida

di Carlo Robino, pubblicato il

Dalle partecipazioni rilevanti Consob si apprende che Raffaele Mincione, secondo azionista di BPM, ha ridotto la propria partecipazione nella banca milanese passando dall’8,267% al 6,999%. La segnalazione porta la data del 23 aprile 2013 ovvero il giorno successivo alle dimissioni dal consiglio di sorveglianza di Filippo Annunziata per i contrasti sorti con Andrea Bonomi per la trasformazione in spa. BPM intanto resta sempre la più venduta del listino principale di Piazza Affari con un calo pari al 3,41% a 0,5095 euro per azione.

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.