BPM è da comprare! Il focus di oggi è sugli add-on

Banca Popolare di Milano attende l'esito del consiglio di gestione dedicato ai requisiti aggiuntivi

di Enzo Lecci, pubblicato il

bpm bondIn una Piazza Affari che appare come ingessata in vista delle attesissime decisioni di politica monetaria della Bce, a brillare sull’Ftse Mib sono davvero pochi titoli. Tra le prime linee più evidenza c’è Banca Popolare di Milano. L’istituto lombardo sta mettendo in cassaforte lo 0,73% grazie all’upgrade di Nomura che nel premarket ha alzato il rating da neutral a buy (comprare) (Banca Popolare di Milano: Nomura alza il Rating a Buy, target price inalterato).

Oggi intanto si riunisce il consiglio di gestione di BPM. Tra i vari punti all’ordine del giorno della riunione c’è l’individuazione delle misure per richiedere a Banca d’Italia l’eliminazione degli add-on, i requisiti patrimoniali aggiuntivi. Se gli add-on fossero esclusi,  il Core Tier 1 della banca meneghina potrebbe raggiungere il 10,2% contro l’8,37% di fine marzo. Grazie all’aumento di capitale, inoltre, il Core Tier 1 potrebbe anche salire ad oltre l’11% (120 punti base in più grazie al recente ‘aumento di capitale da 500 milioni di euro).

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano