BPM: downgrade e credit watch da parte di Moody’s

Bassa qualità del credito, pressione sugli utili e modesta capitalizzazione le ragioni della valutazione dell'agenzia rating Usa

di Carlo Robino, pubblicato il

Periodo difficile per Banca Popolare di Milano – BPM e oggi, a peggiorare il quadro, sono arrivate le nuove valutazioni di Moody’s. L’agenzia Usa ha infatti tagliato il rating sui depositi di lungo termine e sul debito senior della banca lombarda da Baa3Ba3. Moody’s ha inoltre deciso di mettere sotto osservazione BPM per possibili ed ulteriori downgrade. Alla base della revisione del giudizio i timori sul deterioramento della qualità dell’attivo dato il forte posizionamento della banca sul settore immobiliare. Il downgrade è giunto anche per la pressione sugli utili destinato a perdurare nel 2013 e per la relativa bassa capitalizzazione non perfettamente in grado di assorbire le perdite.

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano, Ratings e Targets