BPM boom: Bankitalia spinge sulla governance

Azione in rialzo sull'ipotesi di cambiamento della governance che tuttavia pare sempre più un rebus

di Carlo Robino, pubblicato il

BPM in grande evidenza a Piazza Affari. Il titolo bancario in questo momento guadagna il 3,01% a 0,4268 euro per azione grazie al ritorno del tema della governance. Milano Finanza questa mattina scrive che la Banca d’Italia ha terminato l’ultima ispezione all’interno della banca lombarda e per metà luglio dovrebbe rendere noti i suoi rilievi. Il quotidiano finanziario ipotizza che l’istituto guidato da Ignazio Visco, in assenza di un cambiamento nella governance, potrebbe chiedere con forza alcune misure. Si parla in particolare del congelamento dei diritti di voto per i dipendenti-soci col conseguente ridimensionamento del potere dei pensionati. Difficile pensare però a un cambio immediato di strategia per Bpm. Il progetto di modifica della struttura societaria sarà reso noto solo dopo il voto sull’aumento di capitale da 500 milioni di euro , perciò difficilmente prima dell’autunno. Abortito sul nascere il progetto di trasformazione in spa (BPM: no al progetto di trasformazione in spa), bisognerà capire come Andrea Bonomi tenterà di riformare la governance.

Argomenti: Banca Popolare di Milano, Borsa Milano