Borse Ue e Piazza affari aprono positive, corre Unicredit dopo i conti

Rimane l'attesa su ulteriori sviluppi fra i rapporti USA-Cina, mentre si apprende che la firma della fase uno dell'accordo potrebbe slittare a dicembre; in Italia la stagione delle trimestrali entra nel vivo, con i conti di big come Bper banca, Leonardo e Temecom

di , pubblicato il
Rimane l'attesa su ulteriori sviluppi fra i rapporti USA-Cina, mentre si apprende che la firma della fase uno dell'accordo potrebbe slittare a dicembre; in Italia la stagione delle trimestrali entra nel vivo, con i conti di big come Bper banca, Leonardo e Temecom

Borse Ue e Piazza affari aprono positive; rimane l’attesa su ulteriori sviluppi fra i rapporti USA-Cina, mentre si apprende che la firma della fase uno dell’accordo potrebbe slittare a dicembre; in Italia la stagione delle trimestrali entra nel vivo, con i conti di big come Bper banca, Leonardo e Temecom

Rapporti geopolitici e commerciali

Sul fronte commerciale fonti interne all’amministrazione Trump hanno riferito ha reuters che la firma dell’intesa commerciale fra Donald Trump e Xi Jinping potrebbe slittare a dicembre mentre continuano le discussioni sulla possibile sede ed i termini per la firma dell’accordo.

Indicazioni macro

In Germania la produzione industriale a settembre si è contratta dello 0,6% su base mensile, in peggioramento rispetto la crescita dello 0,4% di agosto e sotto le stime che attendevano un calo a -0,4%; su base annua il dato è sceso di ben il 4,3%, lievemente meno della flessione attesa a -4,4% e peggiore della precedente contrazione a -4%.

La giornata di oggi prevede diversi una giornata fitta di spunti macro fra cui: l’indice Halifax dei prezzi delle abitazioni nel Regno Unito (ore 9:30); la comunicazione dell’Istat sui consumi e le vendite al dettaglio di settembre (ore 10:00); il bollettino economico mensile della BCE (ore 10:00); il meeting dei ministri delle finanze della zona euro e le previsioni economiche autunnali della Commissione Europea (ore 11:00); la comunicazioni di politica monetaria sui tassi d’interesse della Bank Of England e sul QE (ore 13:00) a cui segue il discorso del relativo governatore Mark Carney (ore 13:30); per gli Stati Uniti i dati sulle le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione (ore 13:30) ed il discorso del membro del FOMC Kaplan (ore 17:05).

Borse

Mercoledì le Borse Statunitensi hanno terminato la seduta con debolezza, navigando comunque in acque poco esplorate. Lo S&P 500 ha chiuso intorno la parità (+0,07%) a 3.076 punti, il Dow Jones esattamente sulla parità a 27.492 punti ed il Nasdaq è sceso dello 0,29% a 8.410 punti.

Questa mattina le principali borse asiatiche si trovano in leggero rialzo a eccezione di Shanghai. Tokio ha chiuso in positivo di un lieve +0,11%, mentre Shaghai si trova sulla parità e Hong Kong guadagna attualmento lo 0,38%

Intorno alle 9:10 il Ftse Mib risulta in rialzo dello 0,57% a 23.506 punti, il Dax si trova in guadagno dello 0,64% a 13.263 punti, il Cac 40 sale dello 0,60% , l’Ibex 35 è in verde dello 0,36% ed il Ftse 100 risulta in salita dello 0,37%.

Sul fronte obbligazionario lo spread Btp-Bund  apre intorno a 142 punti base, con il rendimento del decennale italiano a circa l’1,108%.

Sul fronte societario occhio ad Unicredit e Generali che hanno diffuso i conti, con la prima che ha riportato utili trimestrali migliori delle stime (e che fra le altre cose ha ceduto la partecipazione in Mediobanca). Prosegue la stagione delle trimestrali,ormai entrata nel vivo, con i conti di molte società fra cui Banca Mediolanum, Bper Banca, Brembo, Buzzi Unicem, Credem, Italgas, Leonardo, Telecom Italia, Unipol e Unipol Sai.

 

Argomenti: , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.