Borse Ue caute in partenza, Milano più decisa

di , pubblicato il
Tale

Borse Ue risultano quasi immobili sulla parità ad eccezione di Milano che registra moderati guadagni. Tale “immobilità” è causata dalla caduta dei volumi di contrattazione tipica del periodo natalizio, corredata dall’assenza di catalizzatori in grado di spingere gli investitori. L’accordo USA-Cina sarà firmato a gennaio e la camera USA ha approvato la nuova versione del Nafta.

Rapporti geopolitici e commerciali

Sul fronte USA-Cina  ieri sono arrivate rassicurazioni delle autorità Usa sul fatto che la firma dell’accordo sulla fase 1 avverrà all’inizio di gennaio e non ci saranno cambiamenti sulle clausole dell’intesa.

Sul fronte commerciale vi è da rilevare inoltre che la Camera dei Rappresentanti USA ha approvato USMCA, la nuova versione dell’accordo Nafta che regola i rapporti commerciali con il Messico e il Canada. Tale nuova versione è stata approvata con maggioranza schiacciante, 385 si e 41 contrari; dei contrari, 38 ovviamente sono stati democratici. Ora occorre il passaggio al Senato, e l’approvazione è praticamente ovvia data la composizione a maggioranza repubblicana.

“Si prevede che la USMCA creerà tra i 176.000 e 589.000 nuovi posti di lavoro negli Usa e aumenterà sostanzialmente la crescita economica”, avrebbe affermato Robert Lighthizer, il rappresentante commerciale statunitense. Questo avrebbe inoltre affermato che l’accordo dovrebbe produrre miliardi in più in investimenti nel settore automobilistico e in acquisti di ricambi.

Indicazioni macro

Il Gfk German Consumer Climate si attesta a 9,6 punti a dicembre, rispetto ai 9,7 punti della passata rilevazione e peggio anche delle stime di aumento atteso a 9,8 punti.

In cantiere per oggi è prevista la diffusione di diverse indicazioni macro. Stamane sono previsti la fiducia di imprese e consumatori italiani a dicembre e le partite correnti della Zona Euro di ottobre (ore 10:00), il Pil relativo al terzo trimestre 2019 del Regno Unito (ore 10:30) e i prezzi alla produzione italiani a novembre (ore 11:00).

Nel pomeriggio, per gli Stati Uniti il grande atteso è il Pil del terzo trimestre 2019 (ore 14:30), oltre a reddito, spese e consumi personali a novembre, gli indici che misurano il sentiment e la fiducia dei consumatori del Michigan a dicembre (ore 16:00)

Borse

Wall Street ed il listino tecnologico ieri hanno chiuso in positivo segnando nuovi massimi.

Lo S&P 500 ha messo a segno una crescita dello 0,45% a 3.205 punti, il Dow Jones ha guadagnato lo 0,49% a 28.376 punti ed il Nasdaq ha terminato in verde dello 0,67% a 8.887 punti.

Azionario asiatico contrastato questa mattina. Il Nikkei ha terminato in discesa dello 0,2% a 23.816 punti, Shanghai è diminuita dello 0,4% a 3.004 punti mentre Hong Kong in controtendenza ha registrato un lieve +0,11% 27.831 punti.

Intorno alle 9:15 il Ftse Mib sale dello 0,61% a 23.854 punti, mentre Francoforte, Parigi, Madrid e Londra viaggiano tutte praticamente intorno la parità, rispettivamente a 13.216 punti, 5.972 punti, 9.617 punti e 7.570 punti.

Sull’obbligazionario lo spread Btp-Bund  si aggira intorno a 164 punti base, con il rendimento del decennale italiano a circa l’1,404%.

Sul fronte societario occorre monitorare Fca, Exor e Nexi

Il cambio Eur/Usd scambia sulla parità a 1,112 dollari, Gbp/ Usd sale dello 0,11% 1,302mentre il Brent sale dello 0,15% a 66,64 dollari la barile

Argomenti: , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.