Borsa: pioggia di vendite sui listini

La mancanza di un accordo politico e il rischio di elezioni anticipate affossano Piazza Affari che perde oltre il 2%

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La mancanza di un accordo politico e il rischio di elezioni anticipate affossano Piazza Affari che perde oltre il 2%

Pioggia di vendite a Piazza Affari a metà mattinata. Il Ftse Mib segna -2,22% a 23.997 punti, mentre gli altri listini europei, pur restando in territorio negativo, limitano le perdite di circa mezzo punto percentuale. Gli analisti di una primaria casa d’affari italiana notano come “il peggioramento dello scenario politico con il rischio di elezioni anticipate” sia “un fattore di rischio”. In particolare, l’impatto e’ sui titoli finanziari: Bper -4,98%, Banco Bpm -4,52%, Ubi B. -3,69%, Unicredit -3,41%, Intesa Sanpaolo -1,98%.

Dalle sale operative notano anche come l’accelerazione delle vendite sia dettata più che altro dagli sviluppi politici e dalla mancanza di coesione fra le forze politiche a formare un nuovo governo da dare al Paese. Le ripercussioni sulla debole crescita economica italiana sarebbero evidenti già a partire dalla seconda metà dell’anno – puntualizzano gli operatori di Barclays – per cui si vendono titoli azionari italiani per posizionarsi su assets di altri paesi europei ritenuti al riparo da rischi politici interni.

Argomenti: Borsa Milano

I commenti sono chiusi.