Borsa di Milano oggi in rosso: bene Italgas, crolla Mediaset

L'incertezza sulla formazione del nuovo governo in Italia rende nervoso il Ftse Mib che chiude in rosso

di Enzo Lecci, pubblicato il
L'incertezza sulla formazione del nuovo governo in Italia rende nervoso il Ftse Mib che chiude in rosso

Seduta negativa per la borsa di Milano oggi. Il Ftse Mib ha tagliato il traguardo con un ribasso dello 0,3% in scia alla non semplice situazione politica che si sta delineando in Italia a causa dell’incerto esito elettorale del 4 marzo. In un contesto caratterizzato dall’assenza di dati macro di peso, unica indicazione di un certo rilievo ha riguardo l’inflazione Usa (Inflazione Usa: +0,2% a febbraio per l’indice dei prezzi al consumo), ad occupare la scena sono state le singole quotate. Fin dall’apertura della seduta gli acquisti si sono concentrati su Italgas mentre le vendite hanno riguardato Mediaset. Italgas, forte dei buoni conti 2017 e delle decisioni sul dividendo (Italgas: dividendo 2018 e aumento di capitale gratuito) ha chiuso avanti del 2,7%. Completamente diversa l’aria in casa del Biscione con Mediaset che ha perso il 4% (Mediaset crolla: JP Morgan taglia il rating).

Movimenti molto forti hanno interessato anche altri titoli del Ftse Mib. In generale l’impressione che si è avuta oggi è che ad avanzare siano state le quotate del settore bancario mentre le vendite abbiano riguardato il settore industriale. Tra i titoli in positivo oggi ci sono stati Unipol (+2,5%) e Bper Banca che ha chiuso avanti dell’1,76%. Sul fronte opposto, invece, ossia tra le quotate in ribasso a mettersi in evidenza accanto a Mediaset sono state Stm (-2,85% per la quotata dei microchips) e Telecom Italia che ha perso il 2,32%.

Argomenti: Borsa Milano