Borsa Milano invariata in chiusura: FCA risorge nel finale

di , pubblicato il
Prima seduta del nuovo anno sulla parità per la Borsa di Milano. Unipol è stata la maglia rosa

Poco movimento nella prima seduta del nuovo anno della borsa di Milano. Il Ftse Mib, in una giornata caratterizzata dalla pubblicazione del solo dato sul Pmi manifatturiero delle principali economie dell’Eurozona (PMI manifatturiero: dati finali di Italia, Francia e Germania a dicembre 2017) ha rimediato una flessione dello 0,02%. Tranne un breve sussulto maturato nel secondo pomeriggio in scia all’andamento della borsa di Wall Street (Wall Street: apertura in rialzo dopo record del 2017), il Ftse Mib si è sempre mosso in rosso.

In questo contesto a prendere oggi la vetta del paniere di riferimento di Piazza Affari è stata Unipol. La quotata bolognese ha chiuso la seduta con un rialzo del 3,22% spodestando dal trono del Ftse Mib il titolo Saipem che, dopo una mattinata tonica, ha tagliato il traguardo con un verde dello 0,7%. Sempre tra i titoli oggi in positivo segnaliamo anche Fca e Leonardo. Il titolo del Lingotto è passato in verde nell’ultima parte della seduta dopo una giornata all’insegna della sofferenza (FCA in profondo rosso dopo 2017 da record, tanti i temi in discussione) e ha quindi chiuso avanti dell’1,5% mentre Leonardo ha guadagnato l’1,4%.

Spostandoci tra i titoli in rosso, segnaliamo il forte ribasso di Brembo che, in rosso fin dall’avvio degli scambi, ha poi rimediato un calo del 2%. Variazione negativa anche per Italgas che ha perso l’1,67%.

Fuori dal Ftse Mib segnaliamo la buona performance di Banca Carige (+1,23% dopo i forti ribassi delle ultime sedute del 2017: Banca Carige: requisito SREP su CET1 2018 fissato all’11,175%) e il rally di Mondadori (+6,15%: Le azioni Mondadori sono da comprare: trend rialzista su ipotesi M&A con Lagardere e Marie Claire).

 

Argomenti: