Borsa europee in rialzo nonostante allert di Moody’s su banche turche

Maxi downgrade di Moody's sulle banche turche dopo il crollo della Lira

di Enzo Lecci, pubblicato il
Maxi downgrade di Moody's sulle banche turche dopo il crollo della Lira

Avvio di contrattazioni in rialzo per la maggior parte delle borse europee. Dopo pochi minuti dall’apertura degli scambi, il Dax tedesco sta segnando una progressione dello 0,16%, il Cac40 avanza dello 0,17% e a Londra l’indice Ftse100 registra un aumento dello 0,16%. A sostenere gli scambi è la notizia dell’accordo di libero scambio tra Usa e Messico raggiunto nei giorni scorsi mentre l’allert dell’agenzia di rating Moody’s sulla Turchia non sembra impensierire più di tanto gli investitori. L’agenzia di rating ieri ha lanciato un nuovo allarme sul settore bancario di Ankara e ha rivisto al ribasso al ribasso i rating di diverse banche. “I downgrade riflettono soprattutto l’aumento notevole del rischio di un downside scenario, in cui un eventuale ulteriore virata negativa del sentiment degli investitori potrebbe ridurre l’accesso ai finanziamenti”, ha scritto Moody’s nella sua nota.

Più nel dettaglio la valutazione del credito standalone di 14 banche (Ziraat Bankasi, Turkiye Garanti Bankasi, Akbank, Yapi ve Kredi Bankasi, Turkiye Vakiflar Bankasi, Turkiye Halk Bankasi, Turk Ekonomi Bankasi, Ing Bank As, Sekerbank, Alternatifbank, Export Credit Bank of Turkey, Qnb Finansbank, Hsbc Bank e Nurol Investment Bank) è stata tagliata di un gradino, mentre quella di altre quattro banche (Denizbank, Odea Bank, Turkiye Is Bankasi e Turkiye Sinai Kalkinma Bankasi) è stata abbassata di due notch.

Mooody’s ha anche bocciato i rating dei covered bond emessi da sei banche del paese, ovvero da Akbank Tas, Sekerbank, Turkiye Garanti Bankasi, Turkiye Is Bankasi, Turkiye Vakiflar Bankasi e Yapi ve Kredi Bankasi.

Argomenti: Borse europee