BoE lascia i tassi invariati e si riserva la facoltà di agire in funzione dell’andamento dell’economia

BoE decide di lasciare invariati i tassi, come da attese, allo 0,75%; confermato inoltre QE a 435 miliardi di sterline.

di , pubblicato il
BoE decide di lasciare invariati i tassi, come da attese, allo 0,75%; confermato inoltre QE a 435 miliardi di sterline.

La Bank of England ha deciso di lasciare i tassi d’interesse invariati sullo stesso livello precedente, allo 0,75%, rispettando le attese degli analisti; anche il quantitative Easing, come da attese, rimane sul precedente livello di 435 miliardi di sterline. La decisione sul tasso è stata presa con 7 voti a favore mentre, 2 voti erano pro taglio del costo del danaro; quella sull’acquisto dei bond governativi è stata presa all’unanimità.

Nonostante il rallentamento dell’economia, causato soprattutto dall’instabilità dei preparativi per la Brexit, la BoE stima che l’incertezza delle famiglie e delle imprese diminuirà; attende inoltre “una ripresa della crescita globale”.

“In caso contrario, potrebbe essere necessario ridurre i tassi di interesse per sostenere la crescita del Regno Unito e garantire che l’inflazione ritorni in modo sostenibile al nostro obiettivo del 2%.

“Se l’economia si sviluppa come ci aspettiamo” -aggiunge- “nei prossimi anni la pressione al rialzo sui prezzi dovrebbe aumentare gradualmente. In tal caso, riteniamo che sarà probabilmente necessario un modesto aumento dei tassi di interesse per mantenere l’inflazione al nostro obiettivo del 2%”.

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.