Beghelli: accordo per la cessione di crediti di Beghelli Servizi

di , pubblicato il

Il Gruppo Beghelli ha reso noto che l’accordo per la cessione pro-soluto di parte dei crediti di Beghelli Servizi sottoscritto in data 30 Settembre 2015 con una società veicolo di cartolarizzazione riferita a Sustainable Sàrl, una società del gruppo SUSI PARTNERS AG attiva come gestore del SUSI Energy Efficiency Fund, è stato perfezionato ed è divenuto efficace, essendosi verificate tutte le condizioni ivi previste. SUSI PARTNERS AG è un “investment advisor” con esperienza nello sviluppo delle infrastrutture energetiche sostenibili.

Tali crediti sono stati ceduti ad una società veicolo di diritto italiano riferita a SUSI PARTNERS AG nell’ambito di una operazione di cartolarizzazione di crediti ex L.130/99. Il valore nominale dei crediti oggetto dell’operazione, aventi scadenza sino al 30 giugno 2027, è di 32,9 milioni di euro, con un incasso di 24,6 Milioni di Euro, di cui 23,5 Milioni di Euro già avvenuto in data 29 ottobre. Parte di tale incasso, per un importo pari a 3,6 Milioni di Euro, è stato destinato al rimborso del debito finanziario correlato ai crediti già oggetto di precedente garanzia a favore di Istituti di credito e confluiti nell’operazione di cartolarizzazione. Alla data di finalizzazione dell’operazione la Posizione Finanziaria di Gruppo migliora di circa 16,1 milioni di Euro, al netto dei crediti finanziari a breve oggetto dell’operazione di cessione (già inclusi nella Posizione Finanziaria Netta per 3,8 Milioni di Euro), delle garanzie concesse e della retrocessione degli incassi di parte dei crediti ceduti e riscossi da Beghelli Servizi durante la fase di perfezionamento del contratto.

Con riguardo al profilo economico, il costo finale consolidato dell’operazione, al netto dei minori oneri finanziari connessi alla riduzione dell’esposizione finanziaria e dei relativi effetti fiscali, è pari a circa 2,7 Milioni di Euro (di cui 0,3 Milioni di Euro di competenza degli esercizi successivi).

L’operazione consentirà di migliorare gli indici finanziari e di sostenere la crescita, nell’ottica delle prospettive migliorative rispetto a quelle previste nel piano industriale oggetto di accordo con il ceto bancario.

Argomenti: