Bayer: il Q4 2018, nonostante i ricavi in aumento, registra una perdita di 3,9 miliardi

di , pubblicato il
Bayer, azienda  europea leader nel campo farmaceutico, registra conti in rosso nell'ultimo trimestre 2018.

Nel trimestre  ottobre-dicembre 2018 il gruppo  farmaceutico Bayer ha conseguito un fatturato pari a 11,1 miliardi, in aumento del 28,7 per cento rispetto al Q4 2017.

Prima  del computo di poste non ricorrenti, l’Ebitda e l’Ebit si sono attestati rispettivamente  a 2,1 miliardi (+15,8%) e a 1,1 miliardi (-11,8%).

Il periodo sotto osservazione si è chiuso con una perdita netta di 3,9 miliardi, a fronte di un utile di 148 milioni registrato nello scorso periodo ottobre-dicembre 2017.

Con riferimento all’intero 2018 il fatturato è salito a 39,6 miliardi, con una variazione positiva del 13,1% rispetto al periodo di raffronto.

L’Ebitda e Ebit, entrambi prima della considerazione di poste straordinarie, sono stati rispettivamente uguali a 9,5 miliardi (+2,8% a/a) e 6,5 miliardi (-9,1% a/a).

L’esercizio 2018 si è chiuso infine con un utile netto diminuito a 1,7 miliardi (variazione in diminuzione del 76,9%), impattato da eventi non ricorrenti.

Il management ha confermato le stime target per il 2019, che prevedono vendite in progresso del 4% a 46 miliardi, un Ebitda prima di poste straordinarie in crescita a 12,2 miliardi e un’Eps in aumento a 6,80 €.

Sono stati confermati inoltre gli obiettivi di medio termine, che sottolineano vendite con una crescita media annua a cambi costanti del 4-5%  fino al 2022, toccando i 52 miliardi di € alla fine del period.

Per l’Ebitda -ante poste non ricorrenti- è prevista una crescita media annua del 9% fino a raggiungere circa 16 miliardi nel 2022, mentre è atteso un‘EPS a circa 10 euro a fine periodo.

Argomenti: , ,