Banco Desio: sì dei sindacati a 100 esuberi

La misura verrà compensata dalla stabilizzazione della gran parte dei contratti precari. Azioni della banca in rialzo a Piazza Affari

di Carlo Robino, pubblicato il

Il titolo del Banco Desio è in buona crescita a Piazza Affari sulla scia dell’accordo raggiunto con i sindacati sul piano industriale 2013-2015. L’intesa prevede una riduzione dell’organico per 100 dei 1.827 lavoratori che a fine marzo impiegava l’istituto. In base agli accordi le uscite avverranno con prepensionamenti e con l’accesso volontario al fondo di solidarietà per chi matura il diritto alla pensione entro fine 2018. Banco Desio affronterà un costo una tantum di 17 milioni nel primo semestre di quest’oggi ma dal 2016 comincerà a risparmiare 12 milioni di euro all’anno. Un caposaldo dell’accordo è la stabilizzazione dei rapporti lavorativi: circa l’80% dei contratti precari diventerà a tempo indeterminato. In base alle previsioni del piano industriale l’utile netto consolidato passerà dai 20,2 milioni di euro del 2012 ai 40 milioni del 2015. Il titolo guadagna il 2,79% a 1,917 euro per azione.

Argomenti: Banco di Desio e Brianza, Borsa Milano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.