Banco BPM meglio delle richieste BCE secondo Ad Castagna

Per il futuro Banco BPM punta a cedere altri 8 miliardi di crediti in sofferenza

di Enzo Lecci, pubblicato il
Per il futuro Banco BPM punta a cedere altri 8 miliardi di crediti in sofferenza

In una intervista rilasciata al Sole24Ore, Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Banco Bpm, si è detto soddisfatto del risultato che il Banco Bpm ha ottenuto nell’ambito degli stress test Eba. Castagna ha ricordato che le simulazioni erano basate su dati di fine dicembre 2017 e non hanno quindi potuto tenere  conto del piano di derisking da 5 miliardi realizzato a giugno 2018. I piani di Banco Bpm per il futuro sono chiari.

L’istituto, ha ricordato Castagna, punta a cedere altri 8 miliardi di crediti in sofferenza accelerando ulteriormente l’opera di riduzione del rischio delle esposizioni e raddoppiando con un anno di anticipo i target di cessione di npl (inizialmente a 8 miliardi di euro) concordati con la Bce. Durante l’intervista Castagna ha poi espresso il suo personale auspicio che il Governo si adoperi per ridurre il rischio Italia, vero freno al credito delle imprese.

Le parole di Castagna potrebbero influenzare l’apertura del titolo Banco Bpm in borsa.

Argomenti: Banco BPM