Banche venete: conversione decreto salvataggio, a che punto è? Ecco gli aggiornamenti

di , pubblicato il
Testo blindato ed esortazioni ad essere rapidi lasciano intendere che il decreto sul salvataggio delle banche venete passerà indolore anche al Senato

L’argomento conversione del decreto di salvataggio di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza sembra essere sparito dalle prime pagine dei giornali. Se il dossier sulle banche venete non fa più notizia come fino ad alcune settimane fa è perchè la conversione, dopo il passaggio alla Camera dei Deputati, viene data oramai per scontata. Sono però in tanti a chiedersi, alla luce anche delle lungaggini e delle “particolarità” dell’iter legislativo in Italia, a che punto si è arrivati con la conversione (Banche venete: fiducia decreto salvataggio incassa “si” Camera e adesso cosa succederà?).

Questo articolo è rivolto proprio a questi lettori. Stando alle ultime notizie sulle banche venete, la Commissione Finanze del Senato ieri sera ha avviato l’esame del decreto legge sul salvataggio di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza. La tabella di marcia prevede che il termine per gli emendamenti scada domani alle ore 17. L’esame dovrebbe poi chiudersi la prossima settimana con il decreto che finirebbe quindi in Aula per il voto finale. Durante il suo intervento in Commissione, il sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta, ha detto chiaro e tondo che il governo punta ad ottenere rapidamente l’approvazione del decreto legge. Le parole di Baretta anticipano, quindi, la scontata blindatura del Dl.

Argomenti: , , ,