Banche italiane: 2 buy e 2 selected list per Goldman Sachs

Goldman Sachs ha confermato il rating su Unicredit, Banco Popolare, BMP e BPER

di , pubblicato il
Goldman Sachs ha confermato il rating su Unicredit, Banco Popolare, BMP e BPER

Gli analisti di Goldman Sachs sono intervenuti questa mattina sul settore bancario italiano. Gli esperti, in particolare, si sono occupati di Banco Popolare, Popolare dell’Emilia Romagna, Unicredit e Banca Popolare di Milano. Su tutti i titoli gli analisti hanno confermato il rating già attribuito.

Più nello specifico, su Banco Popolare e Banca Popolare di Milano (le due quotate impegnate in uno storico progetto di fusione) è stato ribadito il rating buy con target price, nel solo caso della banca scaligera rivisto a 2,7 euro (Banco Popolare: Goldman Sachs abbassa il Target Price, rating inalterato).

Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Unicredit, invece, sono stati riconfermate nella Selected List con target price rivisto, nel solo caso di Bpm, a 0,43 euro (Banca Popolare di Milano: Goldman Sachs abbassa il Target Price, rating inalterato).

In generale nella loro nota sulle banche italiane, gli analisti di Goldman Sachs hanno posto l’accento sui rischi derivanti dall’esito del referendum costituzionale del 4 dicembre. Secondo gli esperti Usa, inoltre, rischi ulteriori potrebbero arrivare anche dalle operazioni di ricapitalizzazione in corso di esecuzione.

Per quanto concerne la reazione a Piazza Affari dei titoli interessanti, Banco Popolare sta segnando una flessione dello 0,57%, Banca Popolare di Milano è in calo dello 0,8%, Banca Popolare Emilia Romagna si sta avvicinando al giro di boa delle 13,30 con un calo dell’1,1% e Unicredt sta mettendo in cassaforte lo 0,7%. Tutto questo mentre il Ftse Min è in progressione dello 0,2%.

Argomenti: , , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.