Banca Generali: raccolta netta a giugno 2017 e primo semestre

Segno rosso per Banca Generali a Piazza Affari nonostante gli ottimi dati sulla raccolta netta nei primi sei mesi del 2017

di , pubblicato il
Segno rosso per Banca Generali a Piazza Affari nonostante gli ottimi dati sulla raccolta netta nei primi sei mesi del 2017

Buone notizie per Banca Generali che oggi ha diffuso i dati sulla raccolta netta a giugno 2017 e nei primi sei mesi dell’anno. Il Leone di Trieste ha registrato a giugno una raccolta netta pari a 620 milioni con un saldo da inizio anno ad un nuovo massimo di periodo pari a 3.820 milioni (31% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). La raccolta del mese ancora una volta si è indirizzata interamente verso prodotti di risparmio gestito e assicurativo (621 mln) con un risultato cumulato da gennaio di 3,4 miliardi (+102% su base annuale) che equivale al 90% del totale dei nuovi flussi.

Le soluzioni “contenitore”, finanziari e assicurativi, si confermano particolarmente richieste in virtù delle caratteristiche di personalizzazione e protezione che le contraddistinguono. La raccolta in queste soluzioni si è attestata a 510 milioni nel mese e a 2.806 milioni da inizio anno.

L’Amministratore Delegato, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti del forte riscontro che ci continua ad arrivare dalla famiglie. Il controllo del rischio, della volatilità e le possibilità di diversificazione dei nostri prodotti contenitore valorizzano la consulenza dei professionisti e gli obiettivi su misura per i loro clienti come dimostrano i dati della raccolta gestita raddoppiati rispetto all’anno scorso. Nei prossimi mesi saremo in grado di presentare ulteriori novità nella nostra offerta gestita e questo ci rende molto ottimisti sugli obiettivi per i prossimi mesi”.

Nonostante le buone notizie sulla raccolta netta, il titolo Banca Generali sta segnando un ribasso dell’1,3%.

Argomenti: