Banca Generali: boom della raccolta netta gestita

Segno negativo per il titolo Banca Generali a Piazza Affari nonostante i buoni risultati della raccolta netta

di , pubblicato il
Segno negativo per il titolo Banca Generali a Piazza Affari nonostante i buoni risultati della raccolta netta

Buone notizie per Banca Generali. La quotata attiva nel segmento di mercato del risparmio gestito ha realizzato a settembre una raccolta netta di 386 milioni che porta il saldo da inizio anno a 5,16 miliardi (+26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). La raccolta si è concentrata prevalentemente verso soluzioni di risparmio gestito che hanno totalizzato una raccolta di 341 milioni portando il totale da inizio anno a 4,60 miliardi (+64%).

La raccolta si è indirizzata principalmente verso le soluzioni “contenitore”, tanto nel modulo finanziario che assicurativo con 192 milioni nel mese e un totale da inizio anno a 3,5 miliardi con una stima di €11.3 miliardi di masse complessive ai nove mesi. Molto sostenuta è stata inoltre la domanda per Fondi e SICAVs con una raccolta di 127 milioni nel mese per un totale di 1,3 miliardi da inizio anno. Sono stati inoltre raccolti 45 milioni in prodotti di risparmio amministrato che riflettono principalmente l’acquisizione di nuova clientela (556 milioni da inizio anno).

L’Amministratore Delegato, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Continuiamo a registrare una forte domanda di consulenza e attenzione per le nostre soluzioni gestite che portano il concetto di Advisory all’interno dei prodotti finanziari e assicurativi. Nonostante settembre sia tradizionalmente un mese di focalizzazione strategica, per gli incontri con le reti e impostazione del lavoro dopo la pausa estiva, abbiamo registrato flussi importanti con un miglioramento del 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La determinazione dei nostri professionisti e i processi di innovazione che stiamo seguendo ci danno grande fiducia per i prossimi mesi”.

Il titolo Banca Generali a Piazza Affari sta segnando un ribasso dello 0,24% contro un Ftse Mib in flessione dello 0,7%.

Argomenti: