Banca Etruria va a picco. Addio integrazione con Banca Popolare di Vicenza!

Stop alle trattative: Banca Popolare di Vicenza annuncia la decadenza della sua offerta a Banca Etruria

di Enzo Lecci, pubblicato il

banca etruriaBanca Popolare dell’Etruria e del Lazio non riesce a fare prezzo in apertura di seduta. In questo momento la quotata tosco-laziale sta segnando un calo teorico di oltre 14 punti percentuali. La raffica di vendite che sta massacrando il titolo è la naturale conseguenza della notizia relativa alla decadenza dell’offerta di Banca Popolare di Vicenza per una eventuale integrazione. Ieri sera, infatti, l’istituto veneto ha deciso di non proseguire nelle trattative per un’integrazione dopo la mancanza di un parere favorevole all’Opa. Secondo il massimo organo di Banca Popolare di Vicenza non ci sarebbero neppure i presupposti per proseguire eventuali trattative. Al tempo stesso, Popolare di Vicenza ha anche sottolineato che la chiusura delle trattative è da considerarsi definitiva poichè “eventuali altre ipotesi o proposte diverse non possono essere prese in considerazione in quanto non rispondenti alla strategia della Banca Popolare di Vicenza”.

Argomenti: Banca Popolare Etruria e Lazio, Borsa Milano