Banca Carige, torna l’appeal. Ecco i drivers che spingono il titolo

Analisti decisamente scettici sulla partecipazione di Andrea Bonomi all'aumento di capitale di Banca Carige

di Enzo Lecci, pubblicato il

Banca Carige derivatiTra i titoli protagonisti dell’odierna seduta di Piazza Affari c’è sicuramente Banca Carige. La quotata ligure sta mettendo in cassaforte il 2,79%. La pioggia di acquisti sul titolo è stata innescata dagli ultimi rumors sull’aumento di capitale. Secondo tali indiscrezioni il fondo di private equity Investindustrial di Andrea Bonomi e la famiglia genovese Malacalza sarebbero pronte a intervenire nella ricapitalizzazione dell’istituto genovese. A onor di cronaca bisogna ricordare che rumors di questo tipo non sono affatto nuovi e che gli analisti ritegono decisamente poco probabile un intervento di Bonomi.

Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, però, l’asse tra Bonomi, i Malacalza e la Fondazione per sostenere la ricapitalizzazione di Carige sarebbe diventata una concreta ipotesi di lavoro negli ultimi giorni. Per gli analisti di Equita si tratta di “nomi che circolano da qualche tempo. Ci sembra improbabile però che Bonomi appena uscito da Popolare di Milano possa investire in una nuova ristrutturazione bancaria”.

 

Argomenti: Banca Carige, Borsa Milano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.