Banca Carige in rialzo in attesa del bond subordinato da 200 mln

Il consiglio di amministrazione di Banca Carige si riunirà il prossimo 23 ottobre

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il consiglio di amministrazione di Banca Carige si riunirà il prossimo 23 ottobre

Variazione positiva in vista del giro di boa delle 13,30 per Banca Carige. La quotata ligure sta segnando un rialzo dell’1,8% mentre si accende il dibattito sul lancio del bond subordinato. Secondo alcune indiscrezioni di stampa, il consiglio di amministrazione di Carige dovrebbe riunirsi il 23 ottobre per procedere alla nomina dell’advisor per l’operazione. L’obiettivo di Banca Carige è quello di riuscire a concludere l’emissione entro il prossimo 31 dicembre. Al momento il dibattito è tutto attorno alle diverse ipotesi operative su come strutturare il lancio del bond. Tra le possibilità sul tavolo vi è un private placement tra investitori istituzionali con la partecipazione dirette degli stessi soci o, eventualmente, con il loro appoggio come garanti per l’invenduto.

Secondo le indiscrezioni questa possibilità avrebbe il sostegno dell’azionista di maggioranza Vittorio Malacalza e l’appoggio del socio Aldo spinelli, che detiene una quota vicina al 2%. Per quello che riguarda l’ammontare dell’emissione, esso dovrebbe essere attorno ai 200 milioni, cifra che consente un certo margine sopra i 150 milioni che rappresentano il minimo necessario per riportare l’indice Tcr al minimo richiesto pari al 13,125% della soglia Srep 2018, contro il 12,0% del Tcr phased-in al 30 giugno 2018.

Argomenti: Banca Carige