Banca Carige: Fiorentino ammette crisi di liquidità a novembre

Il 17 novembre per Banca Carige è stato un giorno drammatico: a rivelarlo è oggi l'ad Fiorentino

di , pubblicato il
Il 17 novembre per Banca Carige è stato un giorno drammatico: a rivelarlo è oggi l'ad Fiorentino

Nel mese di novembre Banca Carige ha seriamente corso il rischio di saltare. Ad affermarlo è stato l’amministratore delegato della banca ligure Paolo Fiorentino. Il manager ha dichiarato che l'”ossessione patrimoniale” della Vigilanza Bce, definita anche “una devianza burocratica” che ha invaso “il campo della politica”, ha determinato l’instaurarsi di un sentiment profondamente negativo su Carige. Fiorentino ha ricordato che “lo scorso 17 novembre eè stata una giornata drammatica per Carige: le banche non saltano per il capitale ma per la liquidità e noi abbiamo avuto per ore gli sportelli con i clienti che ritiravano i depositi”.

Le dichiarazioni di Fiorentino non sembrano fare bene al titolo Banca Carige che segna un calo dell’1,2% nella seduta di oggi.

Argomenti: ,