Aumento capitale Veneto Banca: via libera della Consob

di , pubblicato il
Veneto Banca, via libera della Consob al prospetto per l'offerta in opzione e all'ammissione alle negoziazioni

Nuovo passo in avanti nell’aumento di capitale di Veneto Banca. L’istituto di Montebelluna ha reso noto di aver incassato da Consob il via libera al Prospetto Informativo relativo all’Offerta in Opzione e all’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario. L’approvazione del Prospetto Informativo da parte di CONSOB fa seguito al provvedimento di ammissione a quotazione sul MTA delle azioni ordinarie Veneto Banca rilasciato in data 6 giugno 2016 da Borsa Italiana S.p.A.

L’Offerta Globale ha ad oggetto le azioni dell’Emittente prive di valore nominale, aventi le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie dell’Emittente in circolazione alla data odierna, rivenienti dall’aumento di capitale deliberato dal Consiglio di Amministrazione.

 

Forchetta prezzo aumento capitale Veneto Banca: fissato il range

Il Consiglio di Amministrazione della Banca aveva già determinato l’intervallo di valorizzazione dell’azione ordinaria Veneto Banca, compreso tra un minimo di 0,10 euro e un massimo di euro 0,50 euro

Il prezzo di sottoscrizione delle Nuove Azioni sarà fissato al termine dell’Offerta Globale. L’Offerta Globale si compone dell’Offerta in Opzione e del Collocamento Istituzionale.

Più in dettaglio, con riferimento all’Offerta in Opzione, gli attuali azionisti di Veneto Banca avranno diritto a sottoscrivere per ogni azione detenuta un numero di Nuove Azioni compreso tra 16 Nuove Azioni (calcolato in base al prezzo massimo) e 81 nuove azioni (calcolato in base al prezzo minimo).
Il rapporto di sottoscrizione definitivo sarà fissato a seguito della determinazione del Prezzo di Offerta.

Qualora l’Aumento di Capitale non venga interamente sottoscritto dagli azionisti nell’ambito dell’Offerta in Opzione e residuino, pertanto, Nuove Azioni non sottoscritte dagli azionisti in esercizio del diritto di opzione e/o di prelazione ad essi spettante, tali Nuove Azioni saranno offerte ad investitori qualificati italiani e esteri nell’ambito del Collocamento Istituzionale.

 

Veneto Banca Fondo Atlante: prezzo non superiore al valore minimo del Range di Prezzo

Qualora, ad esito dell’Offerta in Opzione e del Collocamento Istituzionale, residuino Nuove Azioni non sottoscritte, queste, alla luce dei e subordinatamente ai termini e delle condizioni dell’accordo di garanzia stipulato da Veneto Banca con le banche del Consorzio di Garanzia e dell’accordo di sub-garanzia stipulato dal Consorzio con Quaestio Capital Management SGR. saranno sottoscritte dal Fondo Atlante, fondo di investimento alternativo mobiliare di tipo chiuso gestito da Quaestio, a un prezzo non superiore al valore minimo del Range di Prezzo individuato dal Consiglio di Amministrazione (in tal caso anche le Nuove Azioni eventualmente sottoscritte nell’ambito dell’Offerta in Opzione e del Collocamento Istituzionale saranno sottoscritte al valore minimo del Range di Prezzo).

Argomenti: , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.