Aumento capitale Veneto Banca: forchetta prezzo nel range 10-50 cent, Fondo Atlante in aiuto?

Fissata la forchetta di prezzo per l'aumento di capitale di Veneto Banca e per gli attuali azionisti sarà una batosta

di , pubblicato il
Fissata la forchetta di prezzo per l'aumento di capitale di Veneto Banca e per gli attuali azionisti sarà una batosta

Notizie certamente non positive arrivano da Veneto Banca. Il consiglio di amministrazione della società, infatti, ha fissato la forchetta di prezzo per l’aumento di capitale dell’istituto nel range 10-50 centesimi. La decisione, secondo alcune voci di corridoio, riflette la presa d’atto, da parte dei vertici della società, dello scarso interesse che il mercato starebbe mostrando nei riguardi di tutta l’operazione.

In pratica, nonostante le smentite delle scorse settimane, la situazione di Veneto Banca non sarebbe poi tanto diversa rispetto a quella che fu della Banca Popolare di Vicenza.

Del resto sono le stesse indiscrezioni a lasciar intendere che a breve il fondo Atlante potrebbe subentrare a Banca Imi nella garanzia per l’aumento di capitale di Veneto Banca.

Secondo le valutazioni informali, le adesioni degli azionisti del territorio coprirebbero a stenti il 10-12% dell’aumento di capitale di Veneto Banca a cui si potrebbe aggiungere anche un ulteriore 8-10% che deriverebbe dall’intervento di nuovi investitori. Ad ogni modo, la copertura della ricapitalizzazione non dovrebbe comunque arrivare a quel 25% che viene richiesto, in qualità di flottante minimo da Borsa Italiana per aver accesso alla quotazione.

L’aumento di capitale di Veneto Banca, alla luce delle informazioni disponibili, sarebbe un vero e proprio colpo di sciabola per gli attuali soci che vedrebbero il valore delle loro quote scendere dagli attuali 30,5 euro a praticamente 0 o 0 e qualcosa.

Argomenti: , , , , ,