Aumento capitale Prysmian: prezzo nuove azioni, sconto TERP e caratteristiche

Prende il via il prossimo lunedì 2 luglio l'aumento di capitale di Prysmian. L'operazione durerà fino al 19 luglio

di Enzo Lecci, pubblicato il
Prende il via il prossimo lunedì 2 luglio l'aumento di capitale di Prysmian. L'operazione durerà fino al 19 luglio

Parte lunedì 2 luglio l’aumento di capitale di Prysmian da 500 milioni di euro. L’operazione prevede l’emissione di massime 32.652.314 azioni ordinarie, da offrire in opzione agli azionisti e ai titolari di obbligazioni convertibili rivenienti dal prestito obbligazionario convertibile denominato “Prysmian S.p.A. € 500.000.000 Zero Coupon Linked Bonds due 2022”. Il rapporto di emissione è stato fissato in 2 nuove azioni Prysmian ogni 15 già possedute alla data di sottoscrizione. Per ogni azione in circolazione verrà accreditato un diritto di opzione mentre per ciascuna Obbligazione Convertibile saranno accreditati 2.915 diritti di opzione.

Il prezzo di emissione delle nuove azioni è stato fissato a15,31 per azione, per un controvalore complessivo pari a circa 499,91 milioni di euro. Tale prezzo è stato determinato applicando uno sconto del 25,82% sul prezzo teorico ex diritto (c.d. Theoretical Ex Right Price – TERP) delle azioni ordinarie Prysmian, calcolato secondo le metodologie correnti sulla base del prezzo di riferimento di Borsa Italiana delle azioni ordinarie di Prysmian della seduta di ieri 27 giugno 2018.

Come abbiamo già messo in evidenza nella premessa, l’aumento di capitale di Prysmian avrà inizio il prossimo 2 luglio e terminerà il 19 luglio. I diritti relativi alla ricapitalizzazione resteranno quotati fino al 13 luglio.

Per quello che riguarda il consorzio di garanzia, Prysmian ha reso noto che Banca IMI, Goldman Sachs International e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario si sono impegnate, ai termini e alle condizioni previste nel contratto di garanzia, tra l’altro, a sottoscrivere le nuove azioni in numero corrispondente ai diritti di opzione che dovessero risultare eventualmente non esercitati ai termini dell’offerta.

Le decisioni in merito all’aumento di capitale potrebbero avere un impatto sull’apertura di contrattazioni di Prysmian a Piazza Affari.

Argomenti: col_Rullo, Prysmian

I commenti sono chiusi.