Aumento capitale precauzionale MPS, contribuiranno azionisti e obbligazionisti: ufficiale via libera dell’Europa

Il tanto atteso via libera dell'Europa alla ricapitalizzazione precauzionale di Monte dei Paschi è appena arrivato. Azionisti e obbligazionisti MPS contribuiranno con 4,3 miliardi

di , pubblicato il
Il tanto atteso via libera dell'Europa alla ricapitalizzazione precauzionale di Monte dei Paschi è appena arrivato. Azionisti e obbligazionisti MPS contribuiranno con 4,3 miliardi

Il via libera dell’Europa all’aumento di capitale di Monte dei Paschi è ufficiale. Come abbiamo già anticipato in un lancio flash, la Commissione europea ha approvato la ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi di Siena. L’operazione, ricorda una nota della stessa Commissione, prevede aiuti di Stato per un ammontare pari 5,4 miliardi di euro che saranno successivi al contributo di azionisti e dei creditori subordinati di Mps pari a 4,3 miliardi di euro.

La Commissione Ue ha anche specificato che “i detentori di obbligazioni subordinate al dettaglio che sono state vendute in modo scorretto potranno richiedere un risarcimento alla banca”. Tale indennizzo, però figurerà come “corrispettivo del tutto distinto dalla condivisione degli oneri ai sensi della normativa sugli aiuti di Stato dell’UE”.

Il costo di tale compensazione, secondo le stime comunicate dalla stessa Monte dei Paschi, dovrebbe ammontare a circa 1,5 miliardi e comporterà uno scambio delle azioni (rivenienti dal burden sharing dei subordinati retail) convertite in obbligazioni privilegiate MPS.

 

“Globalmente”, afferma la Commissione Ue “il piano assicura che vi siano risorse private sufficienti per coprire le perdite attuali e potenziali di Monte dei Paschi”.

Nel comunicato stampa della Commissione Ue si elogia poi l’impegno di Monte dei Paschi con il management della banca toscana che punta ad ottenere, attraverso la ristrutturazione, una redditività a lungo termine.

Per quello che riguarda i dettagli dell’operazione, il piano di Mps prevede che la ristrutturazione si svolga nell’arco di cinque anni. Durante questo intervallo di tempo, Mps indirizzerà il suo modello di business verso la clientela al dettaglio e le Pmi.

Il comunicato della Commissione UE ricorda anche che Mps dovrà anche cedere “a condizioni di mercato di un portafoglio di crediti deteriorati di 26,1 miliardi di euro ad una società veicolo finanziata con fondi privati”. Come noto tale operazione sarà effettuata da Atlante 2.

I sacrifici ai quali il Monte dei Paschi sarà chiamato riguarderanno anche il vertice che sarà soggetta ad un tetto retributivo corrispondente a 10 volte il salario medio dei dipendenti del Monte.

 

 

Argomenti: , , ,