Aumento capitale Popolare di Vicenza: cosa farà adesso Unicredit?

di , pubblicato il

Unicredit Bank of AustriaUnicredit non ha assolutamente intenzione di defilarsi dal consorzio di garanzia dell’aumento di capitale di Banca Popolare di Vicenza e tutto si svolgerà secondo quando stabilito a meno che dal consiglio di amministrazione delle due banche, in agenda oggi, non dovessero emergere delle criticità. E’ questa la morale che si è evita ieri al termine di una giornata che ha visto il titolo della big del settore bancario sulle montagne russe. Secondo alcune fonti vicine all’operazione che sono state citate dall’agenzia di stampa Reuters, “Unicredit ha deciso di fare l’aumento di Popolare Vicenza con la struttura già delineata“. Le indiscrezioni su una possibile recesso dal consorzio da parte di Unicredit, quindi, sono da ritenersi infondate anche perchè un’operazione di questo tipo non solo non sarebbe affatto semplice ma darebbe vita ad un contenzioso decisamente ostico.

Le uniche novità, quindi, potrebbero riguardare solo la tempistica. Come abbiamo già messo in evidenza ieri, alcune fonti hanno parlato di una possibile estensione della garanzia di Unicredit fino a metà mese di maggio o comunque fino ai primi 7-10 giorni del prossimo mese, nonostante la BVE abbia chiesto alla Popolare di Vicenza di chiudere l’aumento di capitale entro il mese di aprile (Unicredit “dimagrisce”: possibile proroga garanzia aumento capitale Popolare Vicenza).

 

Argomenti: , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.