Aumento capitale MPS e Banca Carige: nuovo test per azioni e diritti

Banca Carige e Monte dei Paschi contrastanti a Piazza Affari. I rispettivi aumenti di capitale tengono sempre banco

di Enzo Lecci, pubblicato il

Fondazione MPSApertura completamente divergente per Monte dei Paschi e per Banca Carige, le due quotate impegnate nell’aumento di capitale. L’istituto bancario ligure ha avviato le contrattazioni con una progressione del 2,28% mentre i diritti relativi all’aumento di capitale stanno facendo segnare un balzo del 4,62%. Secondo alcune indiscrezioni di stampa apparse sul Sole24Ore, la ricapitalizzazione di Carige potrebbe rappresentare la giusta e propizia occasione per l’ingresso nell’azionariato di un nuovo socio di peso. Ma chi si potrebbe fare avanti cogliendo questa opportunità? Pur restando abbottonato, il Sole24Ore avanza l’ipotesi che a poter puntare su Carige possa essere la famiglia Malacalza. I chiamati in causa, almeno per ora, non hanno però dato alcuna risposta (Aumento capitale Carige, ecco le scelte a disposizione degli azionisti).

Passando a Monte dei Paschi, anche oggi le azioni ordinarie della banca toscana si sono colorate di rosso. Su un Ftse Mib imbottito di segni verdi, infatti, spicca il calo di MPS che sta lasciando sul terreno il 3,66%. Bene invece i diritti relativi all’aumento di capitale di Monte dei Paschi che avanza del 2,3% (Aumento capitale MPS, a che punto siamo?).

Argomenti: Banca Carige, Borsa Milano, col_Rullo, Monte Paschi Siena