Aumento capitale Bpvi, Unicredit pensa a un rinvio

Unicredit potrebbe non garantire l’aumento di capitale di Popolare Vicenza nei tempi concordati. Titolo a picco in borsa, trascina il comparto bancario

di , pubblicato il

Unicredit Bank of AustriaIn relazione alla quotazione della Banca Popolare di Vicenza, “Unicredit sta valutando se esistono le condizioni per realizzare l’operazione nei tempi previsti”. E’ quanto riferisce un portavoce del gruppo aggiungendo che su questo tema “Unicredit smentisce di aver contattato il Governo Italiano su possibili aiuti o rinvii a sostegno della quotazione della banca veneta. Così, la più importante scadenza borsistica italiana del 2016 si avvicina in un clima di crescente fibrillazione.

L’aumento di capitale da 1,5 miliardi (più 250 milioni di sovrallocazione e incentivi) e la contestuale quotazione della Popolare di Vicenza sono attesi per la seconda metà di aprile. Ma l’appuntamento, concordato con la Bce come gran parte del processo di ristrutturazione della banca veneta – scrive MF – inizia a destare qualche preoccupazione al consorzio di garanzia, sia per la forte volatilità che si registra sui mercati, sia per i turbolenti trascorsi dell’istituto. Il timore è che una finestra temporale sfavorevole possa compromettere l’esito dell’operazione e mettere così in difficoltà il pool guidato da Unicredit. Secondo quanto dichiarato ieri sera da un portavoce, l’istituto di piazza Gae Aulenti “sta valutando se esistono le condizioni per realizzare l’operazione nei tempi previsti”. A Piazza Affari il titolo Unicredit perde il 4%.

Argomenti: ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.