Aumento capitale BPM: conclusa offerta diritti in opzione non esercitati

di , pubblicato il

Banca Popolare di Milano ha reso noto che sono stati già venduti tutti i n. 16.683.900 diritti non esercitati nel corso del periodo di offerta in opzione che danno diritto alla sottoscrizione di complessive n. 6.006.204 azioni ordinarie BPM di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale.
Pertanto, l’esercizio dei Diritti acquistati nell’ambito dell’offerta in borsa e conseguentemente la sottoscrizione delle relative Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno di borsa aperta successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata, e quindi entro il 30 maggio 2014.
I Diritti saranno messi a disposizione degli acquirenti tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. e potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle Nuove Azioni, al prezzo di Euro 0,43 cadauna, nel rapporto di n. 9 Nuove Azioni ogni n. 25 Diritti.
Si ricorda che l’offerta è integralmente assistita dalla garanzia di Barclays Bank PLC, Deutsche Bank AG, London Branch, J.P. Morgan Securities plc e Mediobanca Banca di Credito Finanziario S.p.A. in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Bookrunner, e Citigroup Global Markets Limited quale Joint Bookrunner, ai sensi di un contratto di garanzia sottoscritto con BPM in data 30 aprile 2014. Banca Akros S.p.A. agisce altresì quale Joint Global Coordinator.

Banca Popolare di Milano a Piazza Affari sta segnando una progressione del 3,18%.

Argomenti: