Aumento capitale Astaldi: via libera dall’assemblea degli azionisti

Secondo Paolo Astaldi l'ingresso di IHI non è difensivo ma crea anzi un forte valore aggiunto

di Enzo Lecci, pubblicato il
Secondo Paolo Astaldi l'ingresso di IHI non è difensivo ma crea anzi un forte valore aggiunto

L’assemblea degli azionisti di Astaldi ha dato il suo via libera all‘aumento di capitale da 300 milioni di euro che era stato proposto dal consiglio di amministrazione. La ricapitalizzazione è stata approvata con il 99,94% dei voti favorevoli. I soci presenti all’assemblea sono stati pari al 75,21% del capitale. La proposta di ricapitalizzazione rientra nella manovra di rafforzamento patrimoniale e finanziario che la società italiana ha varato. Attraverso l’aumento di capitela viene aperta la porta all’ingresso del  partner giapponese IHI che, sottoscrivendo l’aumento di capitale, deterrà il 18% del capitale (13% dei diritti di voto).

Nel corso dell’assemblea Paolo Astaldi, rispondendo ad una domanda, ha affermato che l’ingresso nel capitale di Astaldi del gruppo giapponese IHI e la relativa partnership “non è una strategia difensiva” ma “valore aggiunto”. Paolo Astaldi ha poi proseguito riconoscendo che “l’aumento di capitale è parte di una manovra più ampia che consente all’azienda di porsi in modo autorevole sul mercato. La partnership con il gruppo giapponese non è percepita come valore aggiunto e, invece, lo è. Astaldi è l’unica società del settore che ha fatto entrare un socio che non porta solo quattrini ma anche competenze. E’ un fortissimo valore aggiunto”.

Il titolo Astaldi oggi in borsa sta segnando una progressione dello 0,3%.

Argomenti: Astaldi, Aumento capitale Astaldi

I commenti sono chiusi.