Aumento capitale Astaldi approvato assieme alla trimestrale

Astaldi chiude un trimestre molto pesante ma il pensiero è già rivolto all'aumento di capitale da 300 milioni di euro

di Enzo Lecci, pubblicato il
Astaldi chiude un trimestre molto pesante ma il pensiero è già rivolto all'aumento di capitale da 300 milioni di euro

Il consiglio di amministrazione di Astaldi, nell’ambito dell’approvazione dei conti del primo trimestre, ha dato il via libera anche all’aumento di capitale da 300 milioni di euro varato per rafforzare il patrimonio della società. L’aumento di capitale sarà offerto in opzione agli attuali azionisti. Strettamente collegato all’aumento di capitale è un accordo strategico che la stessa Astaldi ha siglato IHI Corporation. L’intesa è finalizzata a valorizzare le rispettive competenze e potenzialità attraverso sinergie anche di natura commerciale. Al termine dell’aumento di capitale da 300 milioni di euro, IHI acquisirà una partecipazione di minoranza significativa della società italiana pari a circa il 18% del capitale e a circa il 13% dei diritti di voto. Post Aumento di Capitale, in base all’Accordo di Investimento, FINAST, direttamente e tramite Finetupar, continuerà ad avere il controllo di diritto di Astaldi, mantenendo circa il 50,2% dei diritti di voto. L’aumento di capitale di Astaldi avrà inizio, con tutta probabilità, nel terzo trimestre 2018.

Come abbiamo affermato nella premesse le decisioni sulla ricapitalizzazione sono state adottate nell’ambito dell’approvazione dei conti trimestrali. Astaldi ha chiuso il primo trimestre con ricavi pari a 604 milioni di euro, in calo del 7,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e un margine operativo lordo Mol che è stato pari a 74,7 milioni di euro contro gli 85 milioni di euro di un anno fa. Dinamica negativa anche dall’utile che, alla fine del primo trimestre 2018, era pari 17,3 milioni di euro, in calo del 31,1% rispetto ai 25,1 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. Per finire, per quello che riguarda il debito, l’indebitamento finanziario netto complessivo ammontava a fine marzo 2018 a 1,67 miliardi, in crescita dagli 1,27 miliardi di fine 2017.

Argomenti: Astaldi, col_Rullo, Trimestrali