Aumenti capitale Italia Independent: riservato e in opzione, caratteristiche

Italia Independent: approvazione dell'aumento di capitale in opzione e dell'aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione

di , pubblicato il
Italia Independent: approvazione dell'aumento di capitale in opzione e dell'aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione

L’assemblea straordinaria di Italia Independent ha approvato la proposta di aumentare a pagamento il capitale sociale in via scindibile per un controvalore massimo complessivo di Euro 15 milioni, comprensivo dell’eventuale sovrapprezzo, di cui

  • massimi Euro 4,9 milioni mediante emissione di massime n. 4.900.000 azioni da nominali Euro 1 (uno) cadauna da offrire in opzione agli azionisti, in proporzione alle rispettive partecipazioni, ad un prezzo unitario non inferiore al valore nominale; e
  • massimi Euro 10,1 milioni da riservare all’azionista di maggioranza Lapo Edovard Elkann nonché a selezionati imprenditori e investitori strategici che abbiano una prospettiva di investimento di medio-lungo termine, mediante emissione di massime n.
    1.756.521 azioni da nominali euro 1 (uno) cadauna da emettere, con esclusione dal diritto di opzione, ad un prezzo unitario non inferiore a Euro 5,75 (di seguito rispettivamente l'”Aumento di Capitale in Opzione” e l'”Aumento di Capitale Riservato” e congiuntamente gli “Aumenti di Capitale”). Gli Aumenti di Capitale si pongono nel contesto delle azioni strategiche e dei piani di sviluppo, delle attività di efficientamento organizzativo e di rilancio commerciale della Società e del gruppo societario facente capo alla Società.

L’azionista di maggioranza Lapo Edovard Elkann ha assicurato il completo successo dell’operazione di ricapitalizzazione mediante sottoscrizione, oltre che delle azioni di sua spettanza, delle azioni rivenienti dall’Aumento di Capitale in Opzione che risultassero eventualmente non sottoscritte e delle azioni rivenienti dall’Aumento di Capitale Riservato che non fossero collocate presso selezionati imprenditori e investitori strategici. L’assemblea straordinaria ha quindi conferito al consiglio di amministrazione i poteri per dare esecuzione alle deliberazioni assunte, con facoltà di stabilire termini, modalità e condizioni e, in particolare, di determinare i prezzi di sottoscrizione delle nuove azioni.

Argomenti: ,