Atlantia: verso guerra di prezzo con ACS per Abertis

Una guerra di prezzo con ACS per Abertis avrebbe un effetto negativo sull'andamento del titolo Atlantia in borsa

di , pubblicato il
Una guerra di prezzo con ACS per Abertis avrebbe un effetto negativo sull'andamento del titolo Atlantia in borsa

La possibilità che Atlantia rilanci la sua offerta su Abertis per mettersi al sicuro dalla contro Opa di Acs viene ritenuta molto alta dagli analisti. Secondo gli analisti di Banca Akros, “Atlantia può contrastare l’offerta di Hochtief e migliorarla aumentando il prezzo di offerta in contanti”.

Gli esperti ritengono che, da un punto di vista di governance, l’offerta di Atlantia sia più attraente poichè “Abertis rimarrebbe quotata”. Inoltre non va dimenticato il fatto che “l’attività di Atlantia è decisamente più coerente con Abertis”. Poichè l’offerta iniziale di Atlantia, implicava l’accrescimento dell’Eps intorno 25/30%, si può ritenere che ci sia spazio per aumentare il prezzo e generare valore. Partendo da questo presupposto, Banca Akros ritiene che un’offerta 50% carta e 50% contanti a 19,5 euro possa creare ancora valore per gli azionisti di Atlantia (OPA Abertis: cosa farà Atlantia dopo controfferta Acs?).

Non ci sono solo gli analisti di Banca Akros a ritenere molto probabile una guerra di prezzo tra Atlantia e ACS per Abertis. Sono dello stesso avviso anche gli esperti di Natixis secondo i quali se Atlantia dovesse alzare la posta dopo la controfferta di Acs, i tempi dell’operazione inevitabilmente si allungheranno con possibile closing al 2018. Natixis ritiene che un braccio di ferro sul prezzo, con continui rilanci tra Acs e Atlantia, possa avere dei risvolti positivi per il titolo Abertis e negativi invece su Atlantia. Per chi ha in portafoglio azioni Atlantia, una prospettiva di questo tipo sarebbe veramente un problema di cui tenere conto.

Argomenti: , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.