Atlantia parte in rialzo: Salvini smorza le minacce

Atlantia prova a recuperare anche se ora incombe anche la minaccia di Standard and Poor's

di Enzo Lecci, pubblicato il
Atlantia prova a recuperare anche se ora incombe anche la minaccia di Standard and Poor's

Dopo il grande crollo di ieri, Atlantia sta ora provando a prendere la strada del rialzo. Dopo circa 20 minuti dall’avvio degli scambi, il titolo sta segnando un rialzo del 3,5% in un contesto che vede il Ftse Mib muoversi sulla parità. A riportare un pò di fiducia su Atlantia sono le parole del ministro Salvini in merito alla minaccia di ritiro della concessione ad Autostrade per l’Italia. Il responsabile degli interni ha affermato che “non è il momento di parlare di ritiro concessioni, faremo il punto settimana prossima, prima vediamo cosa succede”. Già ieri Salvini, dopo aver inizialmente fatto fronte comune con Di Maio sulla questione del ritiro della concessione, aveva cambiato registro ammorbidendo la sua posizione. In realtà la retromarcia di Salvini che lascia praticamente solo Di Maio, potrebbe essere stata ispirata da una dura presa di posizione della Consob (Atlantia: Consob frena demagogia del governo, rischio “insider trading” per esperti).

Ricordiamo che S&P ha messo sotto osservazione il rating di Atlantia per un possibile downgrade considerando i potenziali risarcimenti legati al crollo del ponte di Genova (Atlantia: S&P apre a possibile downgrade dopo crollo in borsa).

Argomenti: Atlantia, Revoca concessione Autostrade per l'Italia

I commenti sono chiusi.