Atlantia: analisi Mediobanca su ipotesi revoca concessione a Autostrade per l’Italia

Atlantia prosegue il recupero a Piazza Affari mentre gli investitori si interrogano sui rischi che la società ora corre

di Enzo Lecci, pubblicato il
Atlantia prosegue il recupero a Piazza Affari mentre gli investitori si interrogano sui rischi che la società ora corre

Nel giorno in cui Atlantia prova a recuperare parti delle posizioni perse nelle ultime sedute per effetto del crollo del ponte Morandi di Genova, arriva l’analisi di Mediobanca. Piazzetta Cuccia ha provato a delineare quelli sono gli scenari possibili a seguito dell’avvio, da parte del governo, dell’iter per la decadenza della concessione assegnata ad Autostrade per l’Italia. Secondo Piazzetta Cuccia, la situazione in Atlantia è “complessa e la visibilità molto bassa”. Gli esperti ritengono che se “anche se la revoca della concessione è uno scenario possibile e regolamentato, sarebbe di difficile attuazione sia per ragioni tecniche sia finanziarie”. Nonostante questo rischio finale sia quindi molto contenuto, è un dato di fatto che è a rischio è il capitale di Atlantia per tutto quello che potrebbe avvenire fino a quando non sarà messa la parola fine a questa vicenda (Atlantia brucia 4,5 miliardi di capitalizzazione in borsa).

Mediobanca ha provato poi a fare dei conti. Considerando un equity value di Autostrade per l’Italia di 14,8 miliardi di euro nella cessione della quota di minoranza del 12% ad Allianz e Silk Road nel 2017 e sulla base del book value della concessione del 2017 da 12,2 miliardi di euro, gli esperti prevedono un valore di indennizzo di 10,8 miliardi di euro. Considerando il -26% incassato dalle azioni Atlantia dal 14 agosto, giorno del crollo del ponte, la capitalizzazione di mercato della quotata è scesa di 5,9 miliardi a 14,7 miliardi. Per finire, supponendo che il consensus includa un equty value per Autostrade per l’Italia compreso nel range 14 – 16 miliardi, il mercato starebbe scontando un valore di indennizzo compreso nell’intervallo tra 8,8-7,5 miliardi di euro.

Il calcolo è puramente teorico anche perchè gli scenari possibili sono tanti e anche le variabili da tenere in considerazione. Intanto Atlantia in borsa segna un rialzo del 3% contro un Ftse Mib che avanza dell’1,32%.

Argomenti: Atlantia, col_Rullo, Revoca concessione Autostrade per l'Italia

I commenti sono chiusi.