Atlante 2: Intesa Sanpaolo e Unicredit tornano in campo per il bis - Finanza e Borsa - InvestireOggi.it Finanza e Borsa – InvestireOggi.it

Atlante 2: Intesa Sanpaolo e Unicredit tornano in campo per il bis

Intesa Sanpaolo e Unicredit si muovono in modo antitetico a Piazza Affari dopo le indiscrezioni su Atlante 2

banche in crisi

Secondo alcune indiscrezioni di stampa Unicredit e Intesa Sanpaolo sarebbero pronte a dare il loro contributo alla dotazione di Atlante 2, il costituendo fondo che si occuperà dell’acquisto della tranche mezzanina nell’ambito del salvataggio delle Casse di Cesena, Rimini e San Miniato. La dotazione del fondo dovrebbe essere pari a 280 milioni di euro e Unicredit e Intesa Sanpaolo potrebbero partecipare con una quota pari a 40 milioni a testa.

Oltre alle due big del settore bancario italiano, ad intervenire dovrebbe essere un gruppo ristretto di banche del quale dovrebbe fare parte anche doBank, Crédit Agricole Italia e Sga con Cdp e Poste Italiane. Tutte questa società dovrebbe immettere in Atlante 2 un ammontare che sia sufficiente per poter sbloccare l’operazione di salvataggio delle Casse di Cesena, Rimini e San Miniato. Ricordiamo che, fino a ieri, l’operazione era in stallo poiché Atlante 2 non aveva più liquidità per poter partecipare alla cartolarizzazione da 3 miliardi di sofferenze delle tre casse propedeutica alla loro cessione a Cariparma. 

La notizia della partecipazione di Unicredit e di Intesa Sanpaolo alla dotazione di Atlante 2 non sta avendo grandi ripercussioni sull’andamento dei due titoli in Borsa. A metà mattinata, infatti, Intesa Sanpaolo è in progressione dello 0,84% mentre Unicredit sta segnando un calo dello 0,4% dopo l’ottima performance di ieri.

 

0 Commenti
 

Commenti

Per inviare un commento devi fare il login.