Astaldi, contratto per l’aeroporto di Crocovia in Polonia

Il valore del contratto che si è aggiudicato Astaldi è di 72 mln di euro

di Enzo Lecci, pubblicato il

Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato il contratto per l’ammodernamento e il potenziamento dell’Aeroporto Internazionale “Giovanni Paolo II” di Cracovia-Balice, in Polonia, del valore di EUR 72 milioni.

Il progetto prevede l’ampliamento e la ricostruzione del terminal internazionale per i passeggeri, la realizzazione degli impianti esterni e dei collegamenti con il parcheggio multipiano e la stazione ferroviaria, nonché la costruzione e l’ammodernamento del sistema di trasporto interno. La nuova struttura si estenderà su una superficie coperta di 26.000 m2, per un volume di 424.000 m3 e, al termine dei lavori, l’aeroporto potrà servire 8.000.000 di passeggeri l’anno, garantendo un livello di servizio classificato di tipo “C” secondo le norme IATA.

Le opere saranno realizzate per fasi funzionali, in modo da consentire il regolare funzionamento del terminal attuale, che sarà adeguato dal punto di vista architettonico e impiantistico al nuovo edificio. La durata delle opere è pari a 2 anni, con avvio dei lavori già a partire dalla prossima primavera. Committente dell’iniziativa è Aeroporto Internazionale Giovanni Paolo II Cracovia-Balice S.r.l. (Mi?dzynarodowy Port Lotniczy im. Jana Paw?a II Kraków-Balice Sp. z o.o.), la Società a partecipazione pubblica che cura lo sviluppo e la gestione dell’Aeroporto.

Questo contratto conferma l’elevata competenza del Gruppo Astaldi in un settore che già oggi lo posiziona tra i primi dieci Contractor a livello mondiale per fatturato prodotto nella costruzione degli aeroporti e in cui opera non solo come progettista e realizzatore, ma anche come concessionario. Attualmente, il Gruppo è impegnato nel progetto di potenziamento dell’Aeroporto Internazionale Pulkovo di San Pietroburgo (14.000.000 passeggeri/anno, in Russia) e ha realizzato e oggi gestisce il terminal internazionale dell’Aeroporto Milas-Bodrum (5.000.000 passeggeri/anno, in Turchia).

Argomenti: Astaldi, Borsa Milano