Asta BOT conferma inaffidabilità politica in Italia, banche sempre a picco sul Ftse Mib

Ancora sospensioni per eccesso di ribasso a Piazza Affari: in asta Banco Bpm e Mediobanca

di Enzo Lecci, pubblicato il
Ancora sospensioni per eccesso di ribasso a Piazza Affari: in asta Banco Bpm e Mediobanca

Il risultato dell’asta di Bot a sei mesi in programma oggi ha confermato l’esistenza di una crisi di credibilità in Italia. Il collocamento si è chiuso con richieste per 6,54 miliardi. Il rendimento medio si è attestato al +1,213%, in aumento di 163 punti base rispetto ai livelli di assegnazione del mese scorso quando il rendimento era ancora negativo (Asta Bot a 6 mesi: il rendimento s’impenna al 1,21% (da -0,42%)).

L’asta ha quindi incontrato una domanda debole e ha dovuto fare i conti con rendimenti molto alti. Ovviamente l’esito del collocamento ha determinato un ulteriore aumento dello spread Btp Bund. A Piazza Affari a pagare sono le banche. Un vero e proprio bagno di sangue caratterizza i titoli delle banche: -6% Ubi Banca,  -5% Unicredit e Intesa Sanpaolo. Sono in asta di volatilità Mediobanca (-4,99%) e Banco Bpm (-6,48%).

Argomenti: Borsa Milano

I commenti sono chiusi.