Apertura Wall Street al ribasso: Goldman Sachs e Jp Morgan da rivedere

Vendite sulle banche dopo i stress test. Probabile un rallentamento degli indici

di Carlo Robino, pubblicato il

Ultima seduta dell’ottava che si apre in ribasso per Wall Street. Gli indici della Borsa di New York sembrano tirare il fiato nonostante le positive indicazioni che si riescono a cogliere dalla lettura degli ultimi dati macroeconomici (Inflazione Usa in aumento, le indicazioni per l’apertura di Wall Street). A pochi minuti dall’apertura è stato diffuso l’indice della produzione industriale Usa a febbraio che è salito dello 0,7% su base mensile meglio delle attese degli analisti che prevedevano un rialzo più contenuto (+0,4%). Rivisto il dato di gennaio: da -0,1% a 0%. Sul fronte dei titoli si registrano nei primi minuti di negoziazioni vendite sul comparto bancario: a seguito degli stress test effettuati, la Federal Reserve ha deciso per Goldman Sachs e Jp Morgan di rafforzare i piani di capitale entro la fine del terzo trimestre. Su questo quadro l’indice Dow Jones cede lo 0,28% a 14.499 punti, l’S&P500 arretra dello 0,24% a 1.559 punti mentre il Nasdaq si attesta a 3.257 punti in calo dello 0,04%.

Argomenti: Borsa USA