Apertura Borsa Milano: Ftse Mib passa in verde. Fiat verso accordo per produrre Jeep in Cina

di , pubblicato il

apertura milano 4

Ore 15,25 – A pochi minuti dall’avvio delle contrattazioni a Wall Street, l’Ftse Mib a Milano sembra oramai essere saldamente in verde con una progressione dello 0,31%.

 

Ore 11,30 – Quando mancano meno di due ore al giro di boa delle 13,30, l’Ftse Mib sta facendo segnare un calo dello 0,66%. Continua a stringersi lo spread btp bund che scende a 237 punti base. Tra i titoli più interessanti a Piazza Affari ci sono Unipol e Fonsai. (Unipol si prepara a fare le valige da Mediobanca).

 

Ore 09,38– Spread Btp Bund a 238 punti base (contro i 240 pb di ieri) in avvio di scambi. Il rendimento del Btp a 10 anni scende al 4,31%.

 

Clima prefestivo e soddisfazione per il recupero di ieri sembrano essere i due elementi che maggiormente stanno caratterizzando l’avvio di scambi a Piazza Affari. A circa 10 minuti dall’apertura della Borsa di Milano, infatti, l’Ftse Mib sta cedendo un modesto 0,5% nonostante il buon dato di chiusura della Borsa di Tokyo (Chiusura Borsa Tokyo: torna l’ottimismo sul Nikkei, Toyota e Honda dettano legge).

Non ci sono rialzi (ne tanto meno ribassi) di forte consistenza. Da segnalare solo il 1% di Fonsai (con Unipol che presto dovrebbe cedere la sua quota in Mediobanca: Unipol si prepara a fare le valige da Madiobanca) e il +0,8% di Parmalat che beneficia delle indiscrezioni sull’acquisizione della brasiliana Lacteos. Sul fronte opposto Fiat cede un punto percentuale nel giorno in cui i rumors su un accordo  finale per la produzione di Suv Jeep in Cina nella joint venture con Guangzhou Automobile Group sono diventati ancora più pressanti. Secondo quanto riportato dal Detroit Free Press l’intesa dovrebbe essere siglata nei prossimi mesi e dovrebbe poi incassare il via libera delle autorità preposte.

Argomenti: ,