Apertura Borsa Milano: si ferma il Ftse Mib

Vendite sulle banche mentre Pirelli precipita dopo la bocciatura di Goldman Sachs. Attesa per il dato sulla disoccupazione

di , pubblicato il

Si ferma il rally della Borsa di Milano nonostante ieri sera il governo Letta abbia incassato la piena fiducia della Camera dei Deputati. Dopo i primissimi scambi che hanno permesso al Ftse Mib di superare quota 17mila punti base, in questo momento l’indice principale cede lo 0,3% a 16.873,06 punti. Torna di nuovo ad allargarsi lo spread Btp-Bund a 10 anni a 277 punti base.

Deboli le banche con gli investitori che mettono a frutto i rialzi dell’ultimo periodo. Si salvano solo MPS (+0,78%) sul ritrovato appeal speculativo e BPM (+0,30%) che sperimenta un piccolo rimbalzo dopo il tracollo dell’ultimo periodo. Sul fondo del listino si registra il tracollo di Pirelli che perde oltre il 2,50% dopo la valutazione negativa degli analisti di Goldman Sachs (Pirelli & C: Goldman Sachs abbassa il Target Price, rating inalterato). Per le ore 10 è atteso l’importante dato sul  il tasso di disoccupazione italiano ad aprile.

Argomenti: